Il regno della bestia

In questa pubblicità di un noto servizio postale, il protagonista è un androide, un robot dal volto umano, che esordisce con la frase: “Per me la tecnologia è tutto”. Il robot è vestito come un essere umano, sembra un bambino in quanto ad espressività e semplicità, è in grado di ascoltare, ma in disparte mentre osserva le persone interagire. Assiste ad una partita di beach volley, seduto, solo, poi cade dopo aver ricevuto una pallonata sulla testa (palla, sfera? Cosa significa?). 



Dopo la caduta sale sulla barca insieme agli uomini, verso la terra ferma (a forma di piramide, che si staglia verso l’alto, altro simbolo fondamentale). La pubblicità evidenzia la comodità delle nuove applicazioni che permettono di risparmiare tempo e scambiare denaro in modo semplice. Il portalettere telematico, un “essere automa” in grado di gestire le tue esigenze in modo semplice, con un sistema che apprende tramite l’esperienza. 

Il robot “sente” suoi simili gli umani, come se fossero esseri inferiori, dotati tuttavia di qualcosa che lui può utilizzare, per evolvere. Mentre percorre la sua strada, sulla mano destra (perché la destra?) si posa una farfalla, simbolo del progetto “Monarch”, un sistema di controllo mentale, utilizzato per molti anni da governi e corporazioni per insinuare e programmare le menti dell’uomo. 

Tu hai visto molte cose, ma non vi hai posto mente; gli orecchi erano aperti, ma non hai udito nulla». (Isaia 42:20) 

Il robot non comprende però il concetto di “umanità”, una formula che sfugge alla sua intelligenza, proprio perché basato su meccanismi diversi dalla creatura uomo. Il robot vuole migliorare, vuole diventare un essere evoluto, attraverso la sua capacità di auto-apprendimento, attraverso la conoscenza. 

Anche Eva ha scelto la strada della conoscenza, nonostante fosse un dio, creata immortale e ad immagine del Padre YHVH. L’automa è asessuato, non ha genere, ne identità, ne ovviamente anima. E’ l’uomo nuovo omologato che si evolve attraverso la conoscenza, attraverso la scienza umana (ispirata da chi?) e la capacità dell’uomo di essere dio creatore di ogni cosa. 

Il serpente disse alla donna: «No, non morirete affatto; ma YHVH sa che nel giorno che ne mangerete, i vostri occhi si apriranno e sarete come Eloah, avendo la conoscenza del bene e del male». La donna osservò che l'albero era buono per nutrirsi, che era bello da vedere e che l'albero era desiderabile per acquistare conoscenza; prese del frutto, ne mangiò e ne diede anche a suo marito, che era con lei, ed egli ne mangiò. (Genesi 3:4-6) 

Tutto questo sembra un comune spot pubblicitario, in sottofondo una canzone molto famosa, molto orecchiabile, colonna sonora di un famoso film distopico, “Donnie Darko”

Questo il testo della prima parte della canzone: 

"Intorno a me ci sono visi familiari. Luoghi consumati, visi consumati. È luminoso ed è presto per le loro gare giornaliere. Non vanno da nessuna parte, non vanno da nessuna parte. E le loro lacrime riempiono i loro bicchieri. Nessuna espressione, nessuna espressione. Nascondo la mia testa, voglio affogare la mia tristezza. Nessun domani, nessun domani. E lo trovo piuttosto divertente. E allo stesso tempo lo trovo piuttosto triste. I sogni nei quali sto morendo. Sono i migliori che io abbia mai avuto. Trovo difficile dirtelo. Perché è difficile da accettare. Quando le persone corrono in cerchio. È un mondo davvero folle…” 

Visi familiari, luminosi, ma allo stesso tempo falsi, ipocriti e privi di anima, infatti il testo dice: “non vanno da nessuna parte, nessuna espressione, nessun domani. Un modo folle.” 

Che mondo stiamo vivendo oggi, in che mondo l’umanità oggi sta esprimendo la sua natura umana?

Ora le opere della carne sono manifeste, e sono: fornicazione, impurità, dissolutezza, idolatria, stregoneria, inimicizie, discordia, gelosia, ire, contese, divisioni, sette, invidie, ubriachezze, orge e altre simili cose; circa le quali, come vi ho già detto, vi preavviso: chi fa tali cose non erediterà il regno di Eloah. (Galati 5:19-21) 

Se osserviamo la realtà, molti esseri umani sono paragonabili a questi descritti nella canzone, sono automi psico-programmati, esseri senzienti e controllati. Uomini tecnologicamente evoluti ma privi di ogni sentimento vero e sincero, privi dell’anima stessa. Nel film il protagonista vive in stati alterati di coscienza, fra la realtà e l’illusione, un soggetto schizofrenico secondo la scienza, che assume sostanze psicoattive, al fine di rimanere in contatto con la realtà. Donnie si sveglia con un numero tatuato sul braccio, numero che gli dicono rappresentare il tempo rimanente alla fine del mondo. Un numero che può essere considerato un ciclo lunare medio (28 giorni, 6 ore, 42 minuti e 12 secondi), ma questo è un altro argomento… 

Nelle sue visioni distopiche, incontra “Frank”, un demone con la faccia da coniglio morto, che lo guarda attraverso un “wormhole” fra reami diversi (buco spazio-temporale, secondo la scienza?!?). Il coniglio è un simbolo molto utilizzato nella simbologia, molti ricorderanno “Alice nel paese delle meraviglie”. In questo film rappresenta il collegamento far due universi e tra due realtà, nelle quali il protagonista è chiamato ad interagire (multiverso). 

Frank è un nome di origine tedesca, in germanico antico significa “uomo libero”, ancora oggi si dice dei popoli liberi, i Franchi, cioè coloro che “sono liberi”. Interessante per un demone, non trovate? Un essere multidimensionale, che guida l’uomo carnale Donnie, affinchè esegua delle azioni per riportare l’equilibrio fra i due mondi. Sappiamo che i demoni sono figli del loro dio-bugiardo e amano sedurre e ingannare l’uomo travestendosi da esseri di luce. 

Non c'è da meravigliarsene, perché anche Satana si traveste da angelo di luce. Non è dunque cosa eccezionale se anche i suoi servitori si travestono da servitori di giustizia; la loro fine sarà secondo le loro opere. (2Corinzi 11:14-15)

Il demone nel film è colui che guida l’uomo, colui che lo ispira, il falso profeta di questo sistema di cose. Quanti oggi sono sedotti dalle voci bugiarde dei falsi profeti? Quanti seguono dottrine di uomini e poi criticano gli altri di essere sbagliati, solo perché dicono la Verità, la stessa Verità che rinnegano? 

Sono dunque diventato vostro nemico dicendovi la verità? (Galati 4:16) 

Perché tutto questo in una pubblicità delle poste? 

Sappiamo che prima della definitiva instaurazione del regno di Eloah, ci sarà un regno terreno governato dalla bestia. Sappiamo che la bestia ha potere anche attraverso la sua immagine, che è la trasposizione della sua natura nel “mondo virtuale”. La tecnologia è proprio questa immagine. L’uomo sta continuando a creare sistemi basati sulla realtà aumentata, l’intelligenza artificiale e le interfacce tecnologiche per “inserire” l’uomo in questo nuovo paradigma. 

Le fu concesso di dare uno spirito all'immagine della bestia affinché l'immagine potesse parlare e far uccidere tutti quelli che non adorassero l'immagine della bestia. (Rivelazione 13:15) 

La tecnologia in se stessa è un simbolo, un mezzo, ma viene utilizzata per dominare le coscienze umane e renderle schiave della bestia. Nessuno potrà resistere alla sua seduzione se non inizia a comprendere cosa si cela dietro a delle apparenti e semplici pubblicità, messaggi, film e tutto quello che veicolano i mezzi di comunicazione. 

La venuta di quell'empio avrà luogo, per l'azione efficace di Satana, con ogni sorta di opere potenti, di segni e di prodigi bugiardi, con ogni tipo d'inganno e d'iniquità a danno di quelli che periscono perché non hanno aperto il cuore all'amore della verità per essere salvati. Perciò Eloah manda loro una potenza d'errore perché credano alla menzogna; affinché tutti quelli che non hanno creduto alla verità ma si sono compiaciuti nell'iniquità, siano giudicati. (2Tessalonicesi 2:9-12) 

L’intento del bugiardo è appropriarsi e dominare le anime degli uomini, per renderli schiavi e in ultima misura ucciderli, perché il dio di questo mondo è omicida. 

Voi siete figli del bugiardo, che è vostro padre, e volete fare i desideri del padre vostro. Egli è stato omicida fin dal principio e non si è attenuto alla verità, perché non c'è verità in lui. Quando dice il falso, parla di quel che è suo perché è bugiardo e padre della menzogna. (Giovanni 8:44) 

Molti obietteranno pensando che tutto questo sia fantasia, che è solo una pubblicità, che è solo marketing. Ma cosa è veramente il marketing, se non seduzione attraverso la persuasione ad accettare qualcosa (o acquistare)? Siamo davvero sicuri che tutto questo non fa parte di un piano ben orchestrato dalle potestà di questo mondo per schiavizzare e uccidere la maggior parte degli uomini sulla terra? 

Possiamo credere che non sia così, oppure possiamo lasciare che lo Spirito guidi ogni nostro passo, che la Verità (Yahushua) sia l’unica vera strada da percorrere. Il regno della bestia che durerà solo un’ora (un tempo breve), sta per palesarsi agli occhi di tutti, la quasi totalità delle persone lo accetterà così come accetterà il marchio della bestia, perché è già qui. 

Le dieci corna che hai viste sono dieci re, che non hanno ancora ricevuto regno; ma riceveranno potere regale, per un'ora, insieme alla bestia. (Rivelazione 17:12) 

In verità

Posta un commento